Spedizione gratuita a partire da 75,00€
Spedizione giornaliera fino alle 14:00
Sconto del 10% per alunni, studenti e istituti scolastici
Spedizione in tutta Europa a 4,90 €
Chiudi il filtro
Filtra per:

Come iniziare con il Raspberry Pi - Parte 3: Programmazione

In linea di principio, puoi anche installare l'IDE Arduino sul Raspberry Pi o programmare in vari linguaggi di programmazione con il programma preinstallato Geany, un editor molto funzionale, ma il Raspberry Pi prende il nome dal linguaggio di programmazione Python; in origine, era previsto solo come interprete Python. Quindi: chi dice di programmare il Raspberry Pi di solito intende il linguaggio Python, molto diffuso e facile da imparare.

Negli ultimi anni, il programma Thonny si è affermato come ambiente di sviluppo integrato (IDE) per i programmiPython.

 Thonny - Ambiente di sviluppo per Raspberry Pi

Di base si distingue tra l'editor nella parte superiore della finestra, dove vengono scritti i programmi, e la shell nella parte inferiore, dove i programmi vengono eseguiti con eventuali input e output. Tuttavia, puoi anche inserire brevi comandi direttamente nella shell.

I programmatori esperti devono cliccare su "Passa alla modalità normale" nell'angolo in alto a destra dello schermo per visualizzare la barra dei menu.

 Thonny - Ambiente di sviluppo per Raspberry Pi - Modalità avanzata

Se vuoi imparare il linguaggio di programmazione in modo autodidattico, puoi farlo con l'aiuto di un gran numero di libri. A questo punto, si consiglia il metodo "learning by doing", cioè di copiare semplicemente gli esempi di programmazione. La maggior parte del codice del programma è autoesplicativo. Questo è il bello di Python.

Per evitare inutili frustrazioni, a questo punto è bene ricordare alcune regole, rivolte soprattutto a chi passa da Arduino C/C++:

A differenza del C/C++, il tipo di variabile non deve essere dichiarato. Python riconosce il tipo al primo utilizzo. Se inserisci type ("abc") nella shell, ad esempio, otterrai come output <class 'str'>; la stringa del tipo viene riconosciuta grazie alle virgole.

La riga di comando non viene terminata con un punto e virgola. Al contrario, Python richiede un'attenta attenzione all'indentazione. Quindi: ogni comando inizia sempre nella prima posizione del paragrafo.

Le rientranze (di solito tab=quattro spazi) vengono fatte (di solito automaticamente) per i rami, i cicli o le funzioni autodefinite, eventualmente più volte.

I nomi dei programmi e delle variabili iniziano sempre con una lettera o con il trattino basso _. Successivamente possono essere utilizzati anche i numeri. Il trattino basso è l'unico carattere speciale consentito e di solito viene utilizzato per scopi speciali.

Come detto: ulteriori spiegazioni su Python con esempi di programmi.

Inserisci questi caratteri nel seguente campo di testo.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori.